music_note

Musica & News

FEDEZ: ATTACCA RAI E LEGA AL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO.

todayMaggio 6, 2021 6

Sfondo
share close

Il noto cantante Fedez interrompe la sua esibizione per dar voce al suo intervento in difesa del Ddl Zan e contro le recenti dichiarazioni di esponenti della Lega su omosessualità e libertà sessuali.

Grande clamore ha suscitato il discorso di Fedez che attacca la rai e la lega al concerto del primo maggio. Un discorso che chiamava a sé la giustizia e la libera espressione di opinione circa tematiche estremamente discusse in questo periodo. Di cosa stiamo parlando? Dei provvedimenti del DDL ZAN del quale si è occupato nel corso di tutto il mese precedente e delle censure imposte dalla Rai a tal proposito.

DDL ZAN

Fedez al concerto del primo maggio fa un discorso importantissimo sul  DDL ZAN, procedendo con ordine, di cosa parla questo DDL ZAN?
Come riportato su omphalospg.it: “Lo scopo della proposta di legge Zan è la prevenzione dei fenomeni omolesbobitransfobici,  tramite l’estensione dei reati d’odio ma anche all’orientamento sessuale, all’identità di genere e al genere, dall’altra tramite una serie di proposte che educhino  al rispetto verso tutte e tutti”.

Un testo che per affrontare queste tematiche si divide in due parti:

  1. La prima parte ha la funzione di deterrente verso quelli che sarebbero considerati crimini omolesbobitransfobici, introducendo l’orientamento sessuale e l’identità di genere negli articoli del codice penale che puniscono l’istigazione a delinquere per motivi di discriminazione, riconoscendo, inoltre, la condizione di “particolare vulnerabilità” alle vittime.
  2. Nella seconda parte si concentra sulla prevenzione positiva dei fenomeni omolesbobitransfobici. Questo per “promuovere la cultura del rispetto e dell’inclusione nonché di contrastare i pregiudizi, le discriminazioni e le violenze motivati dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere”.

Fedez al concerto del primo maggio.

All’incipit del suo discorso Fedez, al concerto del primo maggio, iniziato alle 21.00 sottolinea il tentativo di censura della RAI.
All’incipit del suo discorso sottolinea di prendersi la responsabilità per tutto quello che dirà all’interno del suo discorso. Il discorso ha avuto come tema principale l’approvazione del DDL ZAN che è stato rimandato più e più volte per:

  1. etichettatura del vino;
  2. riorganizzazione del CONI;
  3. indennità di bilinguismo ai poliziotti di Bolzano;
  4. reintegro del vitalizio a Formigoni.

A quanto pare esigenze di primo ordine che spingono a mettere da parte una legge che va a tutelare tutti, ma proprio tutti. Prosegue il suo discorso rimarcando la censura proposta.

Questa è una parte del discorso riportato da Republica.it:

“Oggi mi hanno chiesto come fosse la mia prima volta al Primo Maggio. Effettivamente è la prima volta anche di dover inviare un mio discorso perché doveva essere messo al vaglio della politica. Approvazione che in prima battuta dai vertici di Rai3 non c’è stata.  Mi hanno chiesto di omettere i riferimenti ai partiti, ai nomi dei politici. Ho dovuto lottare un pochino e alla fine mi hanno dato il permesso di dire ciò che dico, assumendomene le responsabilità. E comunque il contenuto è stato definito dalla vicedirettrice di Rai3 “inopportuno”.

“Ostellari (Andrea Ostellari, il leghista a capo della Commissione Giustizia in Senato) ha deciso che un disegno di legge già approvato alla Camera può tranquillamente essere bloccato dall’iniziativa di un singolo. Ma d’altronde Ostellari fa parte di uno schieramento politico che negli anni si è distinto per la sua lotta all’uguaglianza. Vorrei decantarvi un po’ di loro aforismi, se posso”, ha aggiunto per poi citare frasi come “‘Se avessi un figli gay lo brucerei nel forno’, Giovanni De Paoli, consigliere regionale della Lega Liguria. ‘I gay? Che inizino a comportarsi come tutte le persone normali’, Alessandro Rinaldi, consigliere per la Lega, Reggio Emilia”.

Di cosa stiamo parlando?

Di cosa stiamo parlando? Quali sono le vere priorità? Ci siamo dimenticati cosa significa il diritto di espressione, la libertà d’opinione? Impedire a qualcuno di dire la propria per evitare di mettere in cattiva luce un partito cosa significa? Cosa? Stiamo tornando alla dittatura o siamo ancora una democrazia? Una democrazia libera dove il primo pensiero dovrebbe essere la tutela di tutti e non la discriminazione di chi è considerato diverso? Che poi … diverso cosa significa? Chi ha stabilito cosa è norma e cosa non lo è? Offendere e menare persone che si reputano diverse ci fa perdere di vista l’obiettivo: la tutela di tutti, perché siamo tutti uguali.

Rimani connesso su radiolocaliditalia.it per informazioni sempre nuove.

Scritto da: admin

Rate it

Articolo precedente

vacanze natale

News

Vacanze di Natale: adozione del modello Merkel.

Nuova ipotesi a cui si sta lavorando per l’applicazione di misure restrittive a ridosso delle giornate di Natale e Capodanno. Misure già in vigore nella zona rossa e in quelle arancioni. Sono previste possibili deroghe per i piccoli comuni.

todayDicembre 14, 2020 7

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

0%