music_note

Cucina

COCKTAIL Più FAMOSI AL MONDO: COME SONO NATI?

todayOttobre 8, 2020 6

share close

CODA DI GALLO, ecco cosa significa letteralmente la parola COCKTAIL, usata per la prima volta da un candidato politico americano nel 1806. Il significato di questa parola era “Bevanda stimolante composta da super alcolici di vario tipo, acqua, zucchero e amari”.

State già cominciando a pensare a che tipo di cocktail vorreste avere in questo momento sul tavolo? Probabilmente si. Ma quali sono i più comuni? Quelli “antichi”, i così detti “saggi del villaggio”?

In cima alla classifica troviamo il buon vecchio MOJITO. Famosa bevanda cubana resa famosa dallo scrittore Hemingway. Gli ingredienti sono rum, zuchero di canna, lime, soda e menta. Probabilmente il nome è derivante da una salsa cubana (mojo) a base di agrumi. Secondo altre voci il nome deriverebbe dalla parola vudù mojo che significherebbe “oggetto dai poteri magici”. 

In seconda linea c’è il NEGRONI ideato dal fiorentino Camillo Negroni che era solito chiedere una variazione dell’aperitivo americano: sostituire lo seltz con il gin. Gli ingredienti qui sono Campari, Gin, Vermouth, Arance e Ghiaccio. Tanto ghiaccio possibilmente servito in un tumbler basso.

Al terzo posto ma non da meno abbiamo il BELLINI chiamato così in onore del pittore Giovanni Bellini, da Giuseppe Cipriani, fondatore dell’Harry’s Bar di Veneza nel 1949. È estremamente semplice da fare perché comporto da due soli ingredienti: spumante brut o prosecco e Pesce (polpa bianca in purea).

Siamo alla volta del CAPIRINHA che significa letteralmente “contadino” in portoghese in quanto trae la sua origine nelle zone rurali del Brasile. La bevanda è a base di cachaca ovvero un distillato del succo della canna da zucchero. Gli altri ingredienti sono lime, zucchero di canna e ovviamente ghiaccio. Nasce come bevanda povera e per lo stesso motivo è estremamente semplice da fare, pochi ingredienti e pochi minuti.

Dulcis in fundo il classico SPRITS che significa letteralmente ALLUNGARE. Tra la sua origine dai soldati austriaci che occupavano l’ex repubblica di Venezia. Gli ingredienti per fare un buon spritz sono: aperol, prosecco, soda, arance e ghiaccio.

 

Scritto da: admin

Rate it

Articolo precedente

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

0%